Quest'anno, la pandemia di coronavirus ha causato la cancellazione di tutti gli esercizi spirituali internazionali programmati fino all'inizio di agosto. Pertanto, anche il ritiro  spirituale per i sacerdoti, che avrebbe avuto luogo dal 6 all'11 luglio 2020, è stato annullato.

PREGHIERA CONTRIBUTO DAI PARROCCHIANI

Tuttavia, i parrocchiani volevano dare il loro contributo per segnalare in qualche modo questi giorni sacerdotali. Incapace di portare sacerdoti a Medjugorje, oltre un centinaio di parrocchiani della parrocchia di Medjugorje, parrocchiani di altre parrocchie e alcuni pellegrini hanno deciso di pregare e digiunare per i sacerdoti e tutti i loro bisogni.

Nello stesso momento in cui doveva avvenire il rinnovamento spirituale per i sacerdoti, hanno cominciato la preghiera sulla Collina delle Apparizioni che iniziava ogni mattina alle 5.00. Tutti e tre i misteri del rosario sono stati pregati, esattamente alle 6.00 del mattino davanti alla statua della Madonna si pregava il Credo  i 7 Padre nostro, le Litanie Lauretane e l'invocazione allo Spirito Santo sono state pregate sulla "croce blu". L'ultimo giorno, sabato 11 luglio, nella festa di San Benedetto, il santo patrono d'Europa, come è consuetudine nell'ultimo giorno di rinnovamento spirituale per i sacerdoti, sono andati alla tomba del defunto padre Slavko Barbarić dove hanno pregato tre Padre Nostro e presso la statua di Gesù risorto  hanno pregato ancora i "misteri della luce".

La fine della preghiera comune, ogni giorno era la Santa Messa mattutina alle 7.30 sull'altare esterno della chiesa di San Giacomo.

Nei primi giorni della preghiera, la veggente Marija Pavlović ha partecipato e guidato la preghiera, accompagnata da Miljenko Musa e altre guide del santuario di Medjugorje che erano presenti tutti i giorni, invece fra Goran Azinović era presente negli ultimi giorni.

TRE CATECHESI VIRTUALI

Hanno digiunato per i sacerdoti il mercoledì e il venerdì. E da giovedì a sabato (9-11 luglio 2020), fra Marinko Šakota, fra Ljubo Kurtović e fra Stanko Ćosić hanno tenuto tre catechesi virtuali di quindici minuti per i sacerdoti "Vivere Medjugorje" prima del programma di preghiera serale.

LA PREGHIERA PER I SACERDOTI DOVREBBE CONTINUARE

Tuttavia, con la fine di questa "settimana di preghiera per i sacerdoti" ufficiale, non bisogna cessare la preghiera per i nostri pastori. La Madonna ci invita spesso questo a Medjugorje, chiamando i sacerdoti "vasi di grazia". Perché devono essere pronti a dare la vita per le loro pecore, per rimanere con Gesù e il loro popolo attraverso una vita sacramentale vivente - in modo che la chiesa, come tempio spirituale, non si prosciughi mai.

NOMINA DI UN NUOVO VESCOVO - IL PRIMO FRUTTO DELLA PREGHIERA

E un altro fatto interessante che mostra il potere e la potenza della preghiera: l'ultimo giorno della settimana di preghiera per i sacerdoti, dopo molti mesi di attesa, incertezza e speculazioni - l'11 luglio alle 12.00 - Papa Francesco ha nominato mons. Petar Palić, ex vescovo di Hvar e segretario generale della Conferenza episcopale croata per il vescovo di Mostar e Duvno e amministratore apostolico della diocesi di Trebinje e Mrkanj. Si spera che lui, come il suo predecessore, avrà la forza e l'intuizione dello Spirito per proteggere i fedeli erzegoviniani dai perfidi imposti della "nuova normalità", senza cercare la conferma del proprio valore personale che viene dall'uomo ma cercare la grazia più importante e salvifica dello Spirito come la vera ricompensa.

Paula Tomić / Medjugorje-info.com

Osmrtnice ba

Puoi pagare la donazione sul conto PayPal del portale di medjugorje-info.com

Zanima te i ovo?
Evanđelje dana, 7.8.2020.
07. Agosto 2020.
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.